Choose the wine

  • Vintage
  • Score
  • Awards
  • Description
  • Nation
  • Publication
2009
94/100
Guida ai Migliori Vini d'Italia - D'Agata & Comparini

“Che dire di questo vino – ogni anno una conferma. Questa versione ... Read all

“Che dire di questo vino – ogni anno una conferma. Questa versione poi ci sembra una delle migliori 3 o 4 di sempre, con un equilibrio ed una profondità davvero fuori dal comune. Straordinario davvero come alla Donnafugata riescono a trovare doti di eleganza insospettabile nel Moscato di Alessandria, detto anche Zibibbo, che in genere non brilla per questa qualità. Il colore si posiziona tra l’oro e l’ambra, di straordinaria lucentezza. Al naso i profumi che ci aspettiamo fascinosi, molteplici e netti. Si inizia con l’albicocca, scorza d’arancia candita, fichi, fiori di zagara, erbe aromatiche e mediterranee, isolane. All’assaggio la bocca è invasa dalla dolcezza, dalla morbidezza e dalle sensazioni avvertite all’olfatto in un connubio di perfezione. Il tutto sorretto da una spalla acida e sapida che contrasta magistralmente la parte dolce. La Persistenza aromatica è interminabile e senza alcun cedimento.” – Ian D’Agata

Close
Italy
2012
Vintage
2009
Score
94/100
Awards Guida ai Migliori Vini d'Italia - D'Agata & Comparini
Description

“Che dire di questo vino – ogni anno una conferma. Questa versione poi ci sembra una delle migliori 3 o 4 di sempre, con un equilibrio ed una profondità davvero fuori dal comune. Straordinario davvero come alla Donnafugata riescono a trovare doti di eleganza insospettabile nel Moscato di Alessandria, detto anche Zibibbo, che in genere non brilla per questa qualità. Il colore si posiziona tra l’oro e l’ambra, di straordinaria lucentezza. Al naso i profumi che ci aspettiamo fascinosi, molteplici e netti. Si inizia con l’albicocca, scorza d’arancia candita, fichi, fiori di zagara, erbe aromatiche e mediterranee, isolane. All’assaggio la bocca è invasa dalla dolcezza, dalla morbidezza e dalle sensazioni avvertite all’olfatto in un connubio di perfezione. Il tutto sorretto da una spalla acida e sapida che contrasta magistralmente la parte dolce. La Persistenza aromatica è interminabile e senza alcun cedimento.” – Ian D’Agata

Nation

Italy

Publication

2012