Il 2008: un anno a Donnafugata

Il 2008: un anno a Donnafugata

Chi siamo

Gennaio – Due importanti novità nelle cantine storiche di Marsala: una barriccaia sotterranea e un impianto fotovoltaico da 50 Kw.

La nuova barriccaia sotterranea ha luci soffuse, silenzio ovattato, un’atmosfera carica di profumi. Dalla passerella sopraelevata, la vista si perde tra le barrique. E’ ampia 1.600 mq e riunisce in un unico ambiente tutta la produzione di Donnafugata che affina in legno. Il sistema con volta a botte ideato da Moretti Costruzioni, risponde perfettamente ad esigenze di ordine statico, estetico e funzionale. La temperatura (15-16°C) e l’umidità (80-85%) sono costanti e le dispersioni termiche sono ridotte al minimo portando ad un forte risparmio energetico. Il nuovo impianto fotovoltaico da 50 Kw realizzato sui tetti delle cantine storiche di Marsala, si compone di 350 mq di pannelli mono-cristallini di tipo greed-connected che producono in media 79.000 Kw all’anno.

 

Febbraio – Donnafugata per il Futuro, vino e musica per il microcredito.

Donnafugata per il Futuro è il progetto con cui l’azienda siciliana interpreta in modo innovativo la propria responsabilità sociale puntando sul microcredito, seguendo l’esempio di  Muhammad Yunus – Nobel per la Pace 2006 – in collaborazione con il volontariato delle organizzazioni non profit. Una formula che ha pochi precedenti in Italia e che mette insieme vino, musica e solidarietà. I fondi raccolti con la distribuzione del nuovo CD “Donnafugata Music&Wine”, interpretato dalla voce solista di José Rallo, sono destinati interamente alla costituzione del fondo di garanzia che permetterà a Banca Etica il finanziamento di microimprese. Il CD è distribuito nei migliori ristoranti, winebar ed enoteche d’Italia e sul sito www.cdbaby.com.

 

Marzo – MILLEANNI il nuovo olio extra-vergine di oliva.

Dalla ricerca della qualità e dell’espressione dei valori del territorio che contraddistinguono da sempre la produzione di Donnafugata, nasce Milleanni un olio extra-vergine di oliva, blend di tre varietà – Biancolilla, Nocellara del Belice, Cerasuola – coltivate nella Valle del Belice, cuore della Sicilia Occidentale.

 

Aprile – José Rallo entra nel CdA del Banco di Sicilia.

Josè Rallo – quinta generazione della famiglia che ha dato vita a Donnafugata – è nominata membro del Consiglio d’Amministrazione del Banco di Sicilia Unicredit Group. Per la prima volta, in 140 anni di attività del Banco, nel CdA siedono due donne: José Rallo e Maria Luisa Averna.

 

Luglio – Il sito web di Donnafugata parla 9 lingue.

Dalla sua pubblicazione on-line, il sito internet di Donnafugata è sempre stato disponibile in Italiano e Inglese. La novità adesso è che si sono introdotti molti contenuti in altre 7 lingue straniere (Francese, Tedesco, Giapponese, Cinese, Russo Coreano e Spagnolo) facilmente accessibili da altrettante “landing-page” , vere e proprie pagine d’atterraggio sul poliglotta pianeta Donnafugata. E in onore del decennale della vendemmia notturna va on-line anche un mini-sito interamente dedicato a questa importante tappa del progetto Qualità Estrema: http://vendemmianotturna.donnafugata.it .

 

Agosto – Vendemmia notturna: dieci anni di passione per la qualità.

La notte del 6 agosto nella tenuta di Donnafugata a Contessa Entellina, il Ministro dell’Agricoltura Luca Zaia dà il primo taglio allo Chardonnay dell’annata 2008, celebrando il decennale di questa importante innovazione tecnica che è la vendemmia notturna. Correva infatti l’anno 1998 quando Donnafugata sperimentava per la prima volta la raccolta al chiaro di luna, una modalità che dal 1999 l’azienda ha poi definitivamente adottato. Grazie alle temperature notturne più fresche, si preserva al meglio il corredo aromatico delle uve nel loro trasporto dalla vigna alla cantina, evitando fermentazioni indesiderate e ottenendo un sensibile risparmio energetico nella fase di refrigerazione prima della pressatura.

 

Settembre – Il giardino pantesco in dono al FAI.

Impegnata da vent’anni a Pantelleria in un progetto produttivo d’eccellenza che vede nel passito Ben Ryé la sua massima espressione, Donnafugata promuovere l’agricoltura dell’isola donando un giardino pantesco al FAI Fondo Ambiente Italiano. La pianta circolare e le dimensioni del giardino costruito a secco con la pietra lavica, uno dei pochi esemplari restaurati e visitabili, garantiscono il microclima ideale per proteggere dal vento e dalla siccità un arancio secolare, preziosa “fabbrica delle vitamine”. Autosufficiente dal punto di vista idrico, il Giardino Pantesco Donnafugata è un sistema agronomico che guarda al futuro.

 

Ottobre – Si chiude la vendemmia: quella del 2008 sarà un’ottima annata.

Vendemmia 2008 di ottima qualità a Donnafugata, sia a Contessa Entellina che a Pantelleria. L’annata è stata un po’ meno piovosa rispetto alla media e le temperature sono state un po’ più alte rispetto ai valori stagionali, ma senza picchi eccessivi e con ampie escursioni termiche tra il giorno e la notte. L’attenta conduzione del vigneto, dalla pota invernale fino ai diradamenti pre-vendemmia, ha consentito alle vigne di raggiungere un ottimale equilibrio vegeto-produttivo. Decisivo ai fini della qualità è stato anche il notevole impegno per monitorare la maturazione delle uve e scegliere i momenti ideali per la raccolta di ciascuna varietà, nei diversi vigneti dell’azienda. Quelli del 2008 saranno vini dalla gradazione non eccessiva, di grande freschezza, finezza aromatica ed eleganza.

 

Novembre – Ben Ryé 2007 Vino dell’Anno per D’Agata e Comparini.

Vino dell’Anno è questo il riconoscimento attribuito al Passito di Pantelleria Ben Ryé 2007 dalla “Guida ai Migliori Vini d’Italia – Italy’s Best Wines 2009” curata da Ian D’Agata e Massimo Claudio Comparini, e pubblicata dall’editore Guido Tommasi. Il Ben Ryé si classifica così al 1° posto assoluto nella “Best 100” stilata tra tutte le categorie in concorso: bianchi, rossi e vini dolci, e iscrive il proprio nome nel palmares della Guida dopo quelli di Masseto 2004 Ornellaia (nell’edizione 2008 della guida), Brunello di Montalcino 2001 Poggio di Sotto (nell’edizione 2007), Barolo Cannubi Boschis 2001 di Luciano Sandrone a pari merito con il Vin Santo 1994 Avignonesi (nell’edizione 2006).

 

Novembre – Inchiesta Winenews: Donnafugata è tra le 7 aziende al Top su tutte le Guide.

Sono soltanto sette le cantine che mettono d’accordo tutti i critici del Bel Paese: Gaja Braida, Caldaro, Trabucchi, Corte Sant’alda, Masciarelli e Donnafugata. Il responso viene da un’inchiesta pubblicata da www.winenews.it, condotta mettendo a confronto i risultati dell’edizione 2009 delle cinque principali guide ai vini italiani: Gambero Rosso-Slow Food, L’Espresso, Ais-Bibenda, Veronelli e Maroni. Il prestigioso risultato di Donnafugata discende dagli allori attribuiti anche quest’anno ai vini di punta dell’azienda: il rosso Mille e una Notte 2005 è stato insignito dei “Tre Bicchieri” (Gambero Rosso-Slow Food) e delle “Super Tre Stelle Blu” (Vini di Veronelli), mentre il passito Ben Ryé 2007 ha ricevuto il massimo riconoscimento da L’Espresso, Maroni, AIS-Bibenda e Veronelli.

 

Dicembre – Donnafugata dà alla luce la “Grappa Ben Ryé”.

Nasce un nuovo prodotto di eccellenza in casa Donnafugata: la Grappa Ben Ryé. E’ il frutto della distillazione delle vinacce di uva passa di Zibibbo che risultano dal processo produttivo del Ben Ryé Passito di Pantelleria. La sapiente maturazione in legno le conferisce una straordinaria complessità. Distillato dai riflessi dorati, con aromi suadenti di albicocca e uva passa, dal gusto morbido e avvolgente con note di fichi secchi e miele, esprime in modo armonico ed elegante la personalità di Pantelleria, l’isola del sole e del vento.

 

Dicembre – Enoturismo: il consuntivo del 2008 e gli appuntamenti del nuovo anno.

Molto positivi i numeri dell’enoturismo a Donnafugata: nel 2008, presso le proprie sedi, l’azienda ha complessivamente ricevuto circa 9.000 visitatori con un incremento di circa il 30% rispetto al 2007. Sempre tanti gli stranieri che quest’anno sono arrivati da ben 34 nazioni diverse, costituendo il 25% del totale dei visitatori ricevuti: in testa gli Americani, seguiti da Tedeschi e Svedesi. Record di visite ai vigneti e alla cantina di Pantelleria che con 1.900 visitatori registra un +55% di presenze rispetto all’anno precedente. Un progetto, quello dell’enoturismo a Donnafugata, che si rivolge ad appassionati ed esperti attraverso un’accoglienza altamente personalizzata. I prossimi eventi speciali aperti al grande popolo dei winelover saranno ancora una volta quelli di Cantine Aperte, in programma il 31/5/2009 presso le cantine storiche di Marsala, e Calici di Stelle, la notte del 10 Agosto presso la tenuta di Contessa Entellina.

 

 

Ufficio Stampa: Nando Calaciura calaciura@granviasc.it cell. 338 3229837
Pubbliche Relazioni: Baldo M. Palermo baldo.palermo@donnafugata.it tel. 0923 724226