Ben Ryé 2007 Vino dell’Anno per D’Agata e Comparini

Ben Ryé 2007 Vino dell’Anno per D’Agata e Comparini

Chi siamo

Ben Ryé 2007 è “Vino dell’Anno”. E’ questo il responso della “Guida ai Migliori Vini d’Italia – Italy’s Best Wines 2009” curata da Ian D’Agata e Massimo Claudio Comparini, pubblicata dall’editore Guido Tommasi in versione bilingue (italiano-inglese).

La cerimonia di premiazione si è svolta lo scorso 8 novembre al Teatro Puccini di Merano in occasione del Wine Festival, e per Donnafugata ha visto la partecipazione di Antonio Rallo, il vignaiolo che di questa storica famiglia del vino siciliano rappresenta la quinta generazione.

Il Passito di Pantelleria Ben Ryé si è così classificato al 1° posto assoluto nella “Best 100” stilata tra tutte le categorie in concorso: bianchi, rossi e vini dolci.

Nel palmares della “D’Agata-Comparini”, Ben Ryé iscrive il proprio nome dopo Masseto 2004 di Ornellaia (nell’edizione 2008 della guida), Brunello di Montalcino 2001 Poggio di Sotto (nell’edizione 2007), Barolo Cannubi Boschis 2001 di Luciano Sandrone a pari merito con il Vin Santo 1994 Avignonesi (nell’edizione 2006).

La guida ha anche premiato l’altoatesina Cantina Produttori Nals Magreid “Azienda dell’Anno”, Maurizio Zanella “Personaggio dell’Anno” e Marc De Grazia “Astro Nascente”.

E’ utile rilevare l’assoluto prestigio internazionale della commissione d’assaggio che ha realizzato l’edizione 2009 di questa guida, composta da Ian D’Agata (scrittore e giornalista eno-gastronomico, corrispondente dall’Italia della rivista americana International Wine Cellar di Stephen Tanzer), Massimo Claudio Comparini (sommelier, giornalista e vice-direttore dell’International Wine Academy di Roma), Bernard Burtschy (collaboratore della Revue du Vin de France e di Le Figaro), Charles Metcalfe (Joint Chairman dell’International Wine Challenge, scrittore e giornalista) e Derek Smedley (Master of Wine e Co-Chairman dell’International Wine Challenge).

I frutti del duro lavoro di assaggio e di visita dei principali produttori italiani compiuto dai degustatori, ha adesso anche un’importante ribalta all’estero: Ian D’Agata è proprio in questi giorni tra New York e Toronto per presentare la sua “The Ecco Guide to Italy’s Best Wines” appena pubblicata dalla Harper Collins, mentre Massimo Claudio Comparini sarà il 19 novembre a Londra per presentare la guida edita da Guido Tommasi.

Da “Guida ai Migliori Vini d’Italia 2009”

IL VINO DELL’ANNO: Ben Ryé 2007, Donnafugata – Sicilia/Sicily

Il Passito di Pantelleria è forse il vino dolce più famoso oggi in Italia: più o meno, lo conoscono un po’ tutti, anche coloro che non sono intenditori di vino. Purtroppo, non tutti sono buonissimi.

Il Ben Ryé invece è sempre stato un grande vino, ma le ultime due annate, lo ’06 e il ’07 sono di un livello superiore agli altri. Questo ’07 è ancora più ricco e grasso del precedente (rivela chiaramente una percentuale più alta di uva appassita nella sua composizione) ma mantiene una eleganza fuori dal comune.

Lunghissimo e setoso, la famiglia Rallo merita gli elogi di tutti gli appassionati per l’abnegazione, la passione e la volontà nel proporre ai vertici un vino che è non solo tra i migliori d’Italia ma del mondo. Un merito doppio, perché chi conosce Pantelleria sa bene quanto sia difficile lavorare la terra lì e quanto poco sia remunerativo il Moscato Passito in confronto ad altri vini, più facili da produrre.

 

 

 

Ufficio Stampa: Nando Calaciura calaciura@granviasc.it cell. 338 3229837
Pubbliche Relazioni: Baldo M. Palermo baldo.palermo@donnafugata.it tel. 0923 724226