Donnafugata a Pantelleria: Vendemmia 2013

Donnafugata a Pantelleria: Vendemmia 2013

Vigneti e Cantine

Un’annata con uve sane e mature, premessa di vini armoniosi ed equilibrati.

 

Quella del 2013 è stata un’annata leggermente più piovosa rispetto agli anni precedenti, con temperature in linea alla media degli ultimi anni e forti escursioni termiche tra il giorno e la notte che esaltano la carica aromatica dello Zibibbo, principale varietà coltivata sull’isola.

Le differenze di temperatura hanno favorito l’equilibrio vegeto-produttivo delle piante e il trasferimento ai grappoli di quanto foto-sintetizzato dalle foglie durante il giorno.

Dal 1 ottobre 2012 al 1 ottobre 2013 le precipitazioni hanno raggiunto circa 506, 8 mm (fonte “Regione Siciliana – SIAS – Servizio Informativo Agrometeorologico Siciliano”), valore leggermente superiore rispetto agli anni passati (450 mm).

Si è registrato un andamento climatico regolare per i principali momenti dell’annata: il vento di primavara ha interferito in parte nella fase di germogliamento e fioritura nei mesi di aprile e maggio, mentre a luglio si è avuta una regolare invaiatura delle uve , preceduta da una cimatura nel mese di giugno per favorire l’emissione di nuove foglie fisiologicamente attive nelle ultime fasi della maturazione.

I vigneti di Donnafugata, , rappresentano un bell’esempio di viticoltura eroica caratterizzata da terrazzamenti e muretti in pietra lavica a secco. I vigneti posizionati in 12 contrade si differenziano per suolo, altitudine, esposizione, età delle piante (superiore anche ai 100 anni) ed epoca di maturazione. Nella cantina di Khamma le singole partite di Zibibbo sono lavorate separatamente valorizzando la pluralità dei contesti viticoli.

A Donnafugata la vendemmia dello Zibibbo è iniziata il 17 agosto nelle contrade precoci di Martingana e Punta Karace (esposte a Sud-Est ed Est e più vicine al mare), con la raccolta dei migliori grappoli destinati all’appassimento. Prosegue nelle contrade di Bukkuram, Khamma, Favarotta e Bugeber (un po’ più in alto ed esposte per lo più ad Est) con la raccolta delle uve da appassire e di quelle destinate ai mosti per la produzione del passito Ben Ryé. A settembre continua con Barone (un più all’interno, in alto ed esposta ad Est) dove le uve da impianti più giovani saranno utilizzate per lo Zibibbo secco Lighea mentre le uve provenienti da impianti più vecchi (50-60 anni) saranno la base dei vini dolci Kabir e Ben Ryé.

La vendemmia si è conclusa il 15 Settembre nelle contrade di Mueggen, Gibbiuna e Ghirlanda (più alte ed interne) con la raccolta delle uve destinate a Lighea e Kabir.

Un’annata complessivamente meno produttiva, a causa del vento in primavera, ma con uve sane e mature, che si contraddistinguono per la carica aromatica, premessa per vini profumati e fragranti.

 

Ufficio Stampa: Nando Calaciura calaciura@granviasc.it cell. 338 3229837
Pubbliche Relazioni: Baldo M. Palermo baldo.palermo@donnafugata.it tel. 0923 724226