Donnafugata per il territorio

Donnafugata per il territorio

Cultura Sostenibilità

Le iniziative di sostegno alla cultura volute dall’azienda siciliana per “conservare il futuro”. La valorizzazione del territorio, attraverso la riscoperta della sua tradizione.

 

La valorizzazione del territorio attraverso il sostegno all’archeologia, alla grande letteratura, e alla riscoperta delle più antiche tradizioni. E’ questo il progetto con cui Donnafugata rende omaggio alla Sicilia, nella convinzione che la qualità del proprio passato costituisca la premessa di un futuro migliore. Per “conservare il futuro” l’azienda vitivinicola siciliana ha stretto collaborazioni con Università, amministrazioni locali e istituzioni culturali, per una comune strategia di promozione e tutela del territorio.

 

Donnafugata per Entella. Dal 2000 l’azienda sostiene gli scavi archeologici sulla Rocca di Entella, in territorio di Contessa Entellina, in provincia di Palermo. A condurli è la Scuola Normale di Pisa in collaborazione con la Sovrintendenza ai Beni Culturali; l’obiettivo è quello di contribuire alla conoscenza della civiltà Elima presente qui dal IV secolo a.C., dedita all’agricoltura e in particolare alla coltivazione della vite proprio là dove Donnafugata ha oggi le sue vigne. Non a caso quindi, uno dei vini più noti dell’azienda ha preso il nome latino di Entella e cioè “Anthìlia”.

Un ulteriore traguardo di questa fortunata esperienza di sinergia pubblico-privato, porterà nella primavera del 2005 ad inaugurare ad Entella un percorso illustrativo costituito da una serie di pannelli didattici realizzati dal “Laboratorio di Storia, Archeologia e Topografia del Mondo Antico” della “Normale”. Al visitatore verrà offerta una visione d’insieme dell’antica città di Entella e fornite informazioni sugli Elimi e sulle popolazioni che in epoche successive si stabilirono sulla Rocca.

Entella sarà un sito finalmente fruibile, all’interno  di quell’itinerario Elimo che attraversa buona parte Sicilia occidentale e che ha in Erice e Segesta le città più conosciute.

 

Il Premio Letterario “Tomasi di Lampedusa”. Torna l’appuntamento con la grande letteratura, in omaggio al famoso scrittore siciliano autore del “Gattopardo”, il romanzo da cui l’azienda vitivinicola ha tratto il proprio nome. Al Salone del libro di Torino, a maggio, avrà luogo l’annuncio del vincitore della terza edizione; la cerimonia di consegna del Premio 2005, ancora una volta patrocinato da Donnafugata, avverrà ad agosto a Santa Margherita di Belìce nella suggestiva cornice di Palazzo Filangeri di Cutò, sede del Parco Letterario.

Assegnato nel 2003 allo scrittore israeliano Abraham Yeoshua, nel 2004 il Premio è stato consegnato allo scrittore marocchino Tahar Ben Jelloun da una madrina d’eccezione: Claudica Cardinale, indimenticabile “Angelica” nel Gattopardo di Luchino Visconti.

La Pasqua Bizantina – La Pasqua delle Comunità albanesi di Sicilia, di cui Contessa Entellina è parte importante, costituisce un evento unico nel suo genere. Da due anni l’azienda vitivinicola ha avviato una collaborazione con i comuni interessati, per promuovere le iniziative collegate alla celebrazione della Pasqua Bizantina. Assistere ai riti della settimana Santa degli Arbëreshë è come fare un tuffo nel passato: un rito che vive di una luce particolare, densa di significati e di sentimento, dove la resurrezione del Cristo è simbolo di vera rinascita e di gioia di vita. Un’esaltazione di fede e spiritualità propria del rito bizantino.

 

 

 

Ufficio Stampa: Nando Calaciura calaciura@granviasc.it cell. 338 3229837
Pubbliche Relazioni: Baldo M. Palermo baldo.palermo@donnafugata.it tel. 0923 724226