Vino e solidarietà : Donnafugata su tutti

Vino e solidarietà : Donnafugata su tutti

Chi siamo Sostenibilità Vino e Musica

Secondo i risultati del sondaggio lanciato dal sito winenews.it in collaborazione con Vinitaly sul tema “Vino & Solidarietà”, Donnafugata è l’azienda vinicola italiana che gli enonauti hanno scelto e premiato per il suo impegno in favore di progetti umanitari.

Per ben il 97% degli intervistati, tutte le iniziative di beneficenza che partono dal mondo del vino sono da considerare molto favorevolmente, ma alcune sono state apprezzate più di altre.

Alla domanda su quali siano state le azioni più significative, i 10.550 intervistati hanno premiato – su tutti – il progetto “Donnafugata per il cuore” tra quelli promossi da aziende produttrici, e “Wine for Life” della comunità di S. Egidio tra quelli realizzati da enti o istituzioni.

Il successo di Donnafugata? Arriva da lontano. Nel 2002 si inaugura il “Donnafugata Music & Wine”, un progetto di degustazioni musicali nato dalla passione per la musica di José Rallo (titolare dell’azienda) e di Vincenzo Favara (suo marito) con il desiderio di promuovere un modo nuovo di accostarsi al vino di qualità.

Nel 2004 il “Donnafugata Music & Wine” diventa un CD live in cui José, alla voce, e Vincenzo, alle percussioni, accompagnati da un gruppo di musicisti professionisti, propongono un repertorio di jazz e musica brasiliana, oltre all’abbinamento di ciascun brano ad un diverso vino.

Per rispondere all’appello che nel frattempo il cardiochirurgo Carlo Marcelletti le aveva avanzato, Donnafugata decide di dedicare la distribuzione del proprio CD al finanziamento della ONLUS per la cura del bambino cardiopatico.

Così, dopo la presentazione al Blue Note di Milano, il CD “Donnafugata Music & Wine live” sbarca nelle enoteche e nei ristoranti italiani, e nel giro di 8 mesi permette di raccogliere oltre 100.000 euro.

“Con questi fondi – spiega José Rallo – saranno finanziate delle borse di studio per giovani medici provenienti dall’Africa e dal Medio Oriente, che per un biennio potranno specializzarsi presso la Scuola di cardio-chirurgia pediatrica del Mediterraneo, apprendendo le tecniche più avanzate, a diretto contatto col Prof. Marcelletti e con lo staff del centro d’eccellenza del capoluogo siciliano quale è l’Unità di cardio-chirurgia dell’Ospedale Civico di Palermo. Un modo per favorire concretamente l’integrazione tra le due sponde del Mediterraneo, in uno dei settori dove il divario tra sud e nord del mondo è più amaro, quello della sanità.”

Ma non finisce qui. Il progetto “Donnafugata per il Cuore” punta sull’estero. Prossimo appuntamento il 7 novembre al Blue Note di New York – tempio mondiale del jazz – dove il “Donnafugata Music & Wine” sarà di scena, per deliziare le orecchie e i palati dei wine-lovers a stelle e strisce, ma naturalmente anche per proseguire nella raccolta fondi.

 

 

 

Ufficio Stampa: Nando Calaciura calaciura@granviasc.it cell. 338 3229837
Pubbliche Relazioni: Baldo M. Palermo baldo.palermo@donnafugata.it tel. 0923 724226