Busiate al pesto trapanese SurSur

Busiate al pesto trapanese

Tempo
40 minuti
Difficoltà
Intermedia
Ingredienti
  • (4 persone)
  • 600 gr di busiate di pasta fresca
  • 500 gr di pomodori da salsa maturi
  • 8 foglie di basilico
  • 6 spicchi d'aglio
  • 40 gr di mandorle pelate
  • 100 gr di pecorino grattugiato
  • olio extravergine di oliva
  • sale, pepe

Preparazione

Pestate insieme l’aglio, il basilico e le mandorle, aggiungendo un filo di olio extravergine. Versate in una bolla di vetro e mescolate, unendo anche un po’ di pecorino grattugiato. Mettete i pomodori in acqua calda per qualche minuto, poi pelateli, privateli dei semi, spezzettateli e pestateli nel mortaio. Aggiungeteli agli altri ingredienti, condendo con sale, pepe e altro extravergine.

Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, scolatela al dente e versatela nella bolla con il sugo. Mescolate bene e servite.

Curiosità

Chiamato in dialetto pasta cull’àgghia, cioè all’aglio (anche l’àgghia pistata), è un piatto povero, tipico della cucina trapanese. Si può servire con patate o melanzane fritte ed è particolarmente gradito ai vegetariani, e a tutti nel periodo estivo. Da metà maggio a fine giugno, durante la mattanza nelle ton-nare della zona, Pino Maggiore condisce le busiate con un sugo di tonno soffritto, pomodoro e menta, spruzzandole con mandorle tritate.


Le altre ricette